facebook_pixel
CIBUS 2016
4 aprile 2016
Molini Spigadoro al Cibus 2016
4 maggio 2016

RASSEGNA STAMPA: LIEVITARE SENZA LIEVITO? si può!

focaccia-fermenti


focaccia-fermenti-5

Ecco i vantaggi dei fermenti lattici nel mondo del bakery.

Dalla collaborazione tra Molini Spigadoro e il Centro Sperimentale del Latte (CSL), nascono i FERMENTI LATTICI PER LIEVITARE, che permettono al prodotto da forno di lievitare naturalmente senza aggiunta di lieviti. Sono stati selezionati dalla grande ricchezza di fermenti dei lattobacilli detti eterofermentanti adatti alla lievitazione nel mondo bakery.

I batteri lattici sono allergen-free, a differenza dei lieviti, non danno mai origine a intolleranze alimentari, a qualunque extra dosaggio. I fermenti lattici possono sostituire in tutto o in parte il lievito di birra e possono essere utilizzati come miglioratori. Trasferiscono agli impasti un aroma e un gusto antico, in questo modo permettono di produrre una infinità di “nuovi” appetitosi e caratteristici prodotti di panificazione. Migliorano l’estensibilità e macchinabilità degli impasti, il colore della crosta e della mollica del pane.

Poter dichiarare “senza lieviti aggiunti” è un claim molto interessante per il mondo del bakery.

I fermenti lattici sono particolarmente indicati per il pane in cassetta, per la pizza e per pani speciali. Danno il meglio se abbinati a farine ricche di fibra, quindi la tipo 1 e tipo 2 sono le amiche preferite dei fermenti. Anche con le farine gluten free si ottengono ottimi risultati. Ogni prodotto che nasce dall’opera dei fermenti lattici viene caratterizzato nell’aroma, trasferendo l’emozione dei cibi di una volta.

foto profilo

Foodblogger Maddalena Laschi

foto LUCA ANTONUCCI

Maestro Luca Antonucci

“FREE FROM YEAS” Focaccia con fermenti lattici

Ingredienti per 6 persone (teglia da forno 35×35 cm)

500 g di Farina Tipo 2 Nutridea

3 g di Fermenti Lattici Nutribakery 10

300 g Acqua

10 g Sale

20 gr di olio extravergine di oliva

Nella ciotola della planetaria mettete la farina e i fermenti lattici e mescolate per qualche istante.

Scaldate l’acqua ad una temperatura di 50/55 gradi (misurate aiutandovi con un termometro da cucina). Aggiungete l’acqua alla farina e fate assorbire. Unite il sale e l’olio e lavorate con il gancio per far incordare bene l’impasto, occorreranno circa 10 minuti.

Nel frattempo ungete con qualche goccia di olio un sacchetto di plastica per alimenti.

Terminata la lavorazione, trasferite l’impasto nel sacchetto, sigillate lasciando spazio per la lievitazione e mettete all’interno della cassetta isotermica di Molini Spigadoro.

Fate lievitare all’interno della cassetta per circa 12 ore.

Trascorso tale tempo fate scivolare delicatamente l’impasto su una teglia precedentemente unta con olio, allargate leggermente con le mani, coprite con pellicola e fate riposare a temperatura ambiente per circa 2 ore.

Cuocete la focaccia in forno a 230 gradi per 10 minuti, abbassate la temperatura a 190 gradi e cuocete ancora 5 minuti fino a completa colorazione.

Condite a piacere con prodotti di stagione.

Visto Su: DOLCESALATO Aprile 2016
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Molini Spigadoro
Molini Spigadoro
Via IV Novembre, 2/4, 06083 Bastia Umbra – PERUGIA (Pg) – Italy, Tel. +39 075 8009216 - info@molinispigadoro.com
There are no products